Disturbi dell'Alimentazione

Il Disturbo da Alimentazione Incontrollata (Binge Eating Disorder; BED)è uno dei più importanti disturbi alimentari incluso nella categoria dei Disturbi Alimentari Non Altrimenti Specificati Il BED  si caratterizza per la presenza di crisi bulimiche in assenza di comportamenti di compensazione inappropriati,  con la tendenza  a mangiare in modo incontrollato anche al di fuori delle abbuffate.

Esiste una stretta relazione tra Disturbo di Alimentazione Incontrollata ed obesità, solitamente la maggior parte delle persone affette da questo disturbo sono infatti obese o in sovrappeso. L’insorgenza di questo disturbo si colloca di solito nella tarda adolescenza o nella terza decade, anche se vi sono casi in cui le crisi bulimiche sono presenti già nell’infanzia.

Chi soffre di questo disturbo è preoccupato per il proprio comportamento alimentare, prova vergogna sia per la sensazione di perdita di controllo e di voracità che quotidianamente manifestano, sia per le conseguenze che le abbuffate hanno sul peso corporeo e sulla salute.  Nonostante i sensi di colpa non riescono a contrastare le abbuffate compulsive,  e vengono ingurgitate notevoli quantità di cibo in poco tempo.

Per poter effettuare una diagnosi di Binge Eating Disorder  (BED), il DSM IV-TR* richiede che siano presenti tutti i seguenti criteri diagnostici:

  • Episodi ricorrenti di alimentazione incontrollata. Un episodio di alimentazione incontrollata si caratterizza per la presenza di entrambi i seguenti elementi:

    a - Mangiare, in un periodo definito di tempo (per esempio due ore), un quantitativo di cibo che è decisamente maggiore di quello che la maggior parte delle persone mangerebbe nello stesso periodo di tempo e nelle stesse circostanze.
    b - Sensazione di perdita di controllo su quello che si mangia durante l’episodio (per esempio la sensazione di non poter smettere di mangiare o di non poter controllare cosa e quanto si mangia).
  • Gli episodi di alimentazione incontrollata sono associati con tre (o più) dei seguenti sintomi:

    a - mangiare molto più rapidamente del normale
    b - mangiare fino a sentirsi spiacevolmente pieni
    c - mangiare grandi quantità di cibo anche se non ci si sente fisicamente affamati
    d - mangiare da soli a causa dell’imbarazzo per quanto si sta mangiando
    e - sentirsi disgustati verso sé stesso, depressi, o molto in colpa dopo le crisi bulimiche.
  • E’ presente marcato disagio riguardo il mangiare incontrollato.
  • Il comportamento alimentare incontrollato si manifesta, mediamente, almeno per due giorni alla settimana in un periodo di sei mesi.
  • L’alimentazione incontrollata non risulta associata con l’utilizzazione sistematica di comportamenti compensatori inappropriati (per es. uso di lassativi, vomito autoindotto, digiuno o iperattività fisica), e non si verifica esclusivamente in corso di anoressia nervosa o di bulimia nervosa.

Non sempre è facile distinguere il BED dalla Bulimia Nervosa senza condotte di Eliminazione  la differenza principale è legata  al fatto che in quest’ultima il controllo del peso è raggiunto attraverso il digiuno per due o più volte alla settimana o all’intensa attività fisica, mentre nel BED non ci sono questi comportamenti o per lo meno sono molto sporadici.