Disturbi dell'Alimentazione

L’Anoressia nervosa è un disturbo caratterizzato dalla perdita di peso, rifiuto per il cibo e una con una ricerca ossessiva  della magrezza correlata ad un opprimente paura di ingrassare.

Per poter effettuare una diagnosi di Anoressia Nervosa (AN), il DSM IV-TR* richiede che siano presenti tutti i seguenti criteri diagnostici:

 

  • Rifiuto di mantenere il peso corporeo al di sopra o al peso minimo normale per l'età e la statura (perdita di peso che porta a mantenere il peso corporeo al di sotto dell'85% rispetto a quanto previsto, oppure incapacità di raggiungere il peso previsto durante il periodo della crescita in altezza, con la conseguenza che il peso rimane al di sotto dell'85% rispetto a quanto previsto).
  • Intensa paura di acquistare peso o di diventare grassi, anche quando si è sottopeso.
  • Alterazione del modo in cui il soggetto vive il peso o la forma del corpo, o eccessiva influenza del peso e della forma del corpo sui livelli di autostima, o rifiuto di ammettere la gravita della attuale condizione di sottopeso.
  • Nelle femmine dopo il menarca, amenorrea, cioè assenza di almeno tre cicli mestruali consecutivi. (Una donna viene considerata amenorroica se i suoi cicli si manifestano solo a seguito di somministrazione di ormoni, per esempio estrogeni).

E’ possibile distinguere  due sottotipi di anoressia nervosa, a seconda che la persona utilizzi o meno condotte di eliminazione:

  • Con Restrizioni: la persona non pone in atto regolarmente abbuffate o condotte di eliminazione (vomito autoindotto, uso inappropriato di lassativi, di diuretici o di enteroclismi).
  • Con Abbuffate/Condotte di Eliminazione: la persona mette in atto  regolarmente abbuffate o condotte di eliminazione (per es. vomito autoindotto, uso inappropriato di lassativi, di diuretici o di enteroclismi).